UILTRASPORTI -

Raccolta rifiuti Vus, Uiltrasporti chiede di reinternalizzare il servizio

Il segretario generale umbro Cecchetti: altre soluzioni significherebbero lasciare a casa diversi dipendenti


In merito all’appalto di esternalizzazione di parte dei servizi di raccolta dei rifiuti da parte di Vus Spa, attualmente in scadenza, interviene il segretario generale di Uiltrasporti Umbria Stefano Cecchetti per chiederne la reinternalizzazione complessiva. “Questo appalto – esordisce Cecchetti – deve essere reinternalizzato per intero, seguendo le procedure della clausola sociale prevista nel Ccnl Utilitalia, che garantiscono che nessun dipendente attualmente impiegato in tali servizi resti disoccupato. Qualsiasi altra forma che Vus Spa volesse adottare, come ad esempio la riduzione dei servizi esternalizzati attraverso un nuovo bando di gara, significherebbe lasciare a casa diversi dipendenti oggi già presenti in tale appalto. Ecco perché è necessario superare l’esternalizzazione di questa parte di servizio, oggi per nessun motivo giustificata. Ci appelliamo, pertanto, al consiglio di amministrazione di Vus Spa, ma anche alle forze politiche che amministrano i Comuni soci e clienti della stessa azienda, affinché garantiscano la piena occupazione nei loro territori”. “Trincerarsi dietro all’‘impossibilità di applicazione dell’articolo 6 del sopracitato Ccnl’ – spiega ancora Cecchetti –, in quanto Vus Spa può solo assumere attraverso selezione pubblica, serve a depistare la verità squisitamente per interesse politico. Tra i numerosi casi, basti guardare cosa è avvenuto quando Sogepu Spa (anch’essa azienda pubblica) è subentrata nell’appalto di raccolta rifiuti nel comune di San Giustino e nell’appalto in atto di cui trattasi di Vus Spa: in entrambi i casi ha assunto tutto il personale che ha trovato in servizio, in piena applicazione dello stesso Ccnl Utilitalia. Vogliamo credere che, nel caso in cui Vus Spa non rispecchiasse la nostra stessa sensibilità, lo potrà fare la politica che amministra i vari enti locali soci o clienti. Altrimenti si perderebbe un’importante opportunità di trasparenza e correttezza”.



09 Luglio 2021

UILTRASPORTI