UILM - ECONOMIA

Indelfab (ex Merloni) in liquidazione, sindacati: individuare soluzioni per garantire occupazione e rilancio industriale

Esperito l’esame congiunto per la Cig per cessazione di attività


Fabriano, 9 novembre – Si è svolto questa mattina l’esame congiunto tra il Ministero del Lavoro, la Indelfab in liquidazione e le organizzazioni sindacali di categoria Fim, Fiom e Uilm Marche ed Umbria, per la richiesta inoltrata dall’azienda per Cassa integrazione per cessazione di attività. Nel corso dell’incontro si è venuto a conoscenza che in data 30 settembre la proprietà ha presentato richiesta di ammissione alla procedura di concordato liquidatorio di cui non conosciamo i contenuti. “Riteniamo indispensabile, esperita la procedura tecnica per l’accesso all’ammortizzatore sociale – commentano i sindacati –, attivare urgentemente il tavolo di lavoro con il Mise, il Ministero del Lavoro, le Regioni e le parti sociali, che aveva portato al ritiro della procedura di licenziamento collettivo; si è condiviso di inserire tale richiesta nel verbale di esame congiunto. Questo al fine di utilizzare l’ulteriore periodo Cassa integrazione per provare a individuare percorsi che comunque devono essere condivisi e oggetto di confronto, e atti a garantire salvaguardia occupazionale e rilancio industriale per i territori”. Saranno oggetto di discussione del tavolo anche eventuali strumenti aggiuntivi a supporto della vertenza, dove dovranno svolgere un ruolo centrale le Regioni di Marche e Umbria che comunque si sono già impegnate, dando disponibilità all’attivazione di progetti di politiche attive.



09 Novembre 2020

UILM