UILTUCS - ECONOMIA

Uffici giudiziari di Perugia: la denuncia dei sindacati, costi tagliati sulle spalle dei lavoratori

None


Perugia, 27 agosto – “È il colmo che nel luogo della legalità per eccellenza, gli uffici giudiziari della città di Perugia, si affidi un appalto di portierato e guardiania a una società che, per ridurre i costi, non applica il contratto nazionale di lavoro di riferimento, ma un contratto ‘pirata’ che costa ai lavoratori circa una mensilità e svariati diritti”. La denuncia arriva dalla Filcams Cgil e dalla Uiltucs di Perugia, per bocca dei segretari Vasco Cajarelli e Mariolina Luchetti, che contestano all’azienda appaltatrice la decisione unilaterale di disapplicare il contratto nazionale della vigilanza privata e portierato applicandone uno di comodo, siglato con un sindacato non rappresentativo. “Questa prassi – affermano i due sindacalisti – è purtroppo sempre più diffusa nella nostra regione e va a penalizzare ancora una volta i soliti noti: lavoratrici e lavoratori che vedono peggiorare sensibilmente le proprie condizioni contrattuali e di lavoro, in una fase economica e sociale nella quale il ricatto del massimo ribasso funziona molto bene. In questo caso specifico però c’è un aggravante – concludono Cajarelli e Luchetti – perché l’appalto riguarda gli uffici giudiziari, un luogo in cui non si possono certo avallare simili pratiche, che vanno a ricadere esclusivamente sulle spalle delle lavoratrici e dei lavoratori”.



27 Agosto 2020

UILTUCS